Home >> Consigli per Dimagrire >> Perché affamare il tuo corpo è un errore se vuoi perdere peso

Perché affamare il tuo corpo è un errore se vuoi perdere peso

uomo con un piatto quasi vuotoIn teoria, ha senso affamare il corpo per perdere peso. Dopotutto, mangiare troppo è una delle cause principali dell’aumento di peso.

Pertanto, è ovvio che mangiare pochissimo avrà l’effetto opposto.

In verità, tuttavia, morire di fame è la cosa peggiore che si possa fare quando si tenta di perdere peso.

Non solo è dannoso per la tua salute, ma la fame di te stesso in realtà non porta a una perdita di peso enorme come la maggior parte della gente pensa.

Quindi, se sei colpevole di usare la fame per diventare più snello, ecco 2 ragioni per cui dovresti cercare un percorso alternativo alla perdita di peso.

1. Il tuo corpo si immergerà nella modalità di sopravvivenza

I primi giorni di inedia tendono a dare l’illusione che il cambiamento nella dieta o nella mancanza di cibo funzioni effettivamente, dato che scenderete diversi numeri sulla bilancia.

Tuttavia, ciò che è perso è per lo più il peso dell’acqua con la perdita che dura solo per un breve periodo.

Questo perché con l’inedia, il corpo prima spende il peso dell’acqua prima di cadere in una risposta fisiologica definita “modalità di sopravvivenza”.

La modalità di sopravvivenza è una risposta secolare in cui il corpo sopravvive alla fame rallentando il normale tasso di metabolismo e dedicando più risorse per assorbire qualsiasi cibo disponibile.

Se la fame continua, il corpo inizia a cannibalizzare muscoli sani e altri tessuti per continuare a funzionare.

Solo dopo che ogni oncia sacrificabile di muscolo è stata bruciata, il corpo inizierà a immergersi nelle riserve di grasso immagazzinato per i nutrienti necessari per sopravvivere.

Mentre tutto questo accade, si perde davvero pochissimo peso.

Quindi, ad eccezione del calo significativo iniziale del peso, la fame causa in realtà una percentuale molto lenta di perdita di peso che a volte può essere impercettibile.

2. La fame finisce sempre in caso di fallimento

Indipendentemente da quanto sei disciplinato, il corpo umano non può sopportare la fame per troppo tempo. Pertanto, alla fine tornerai alle normali abitudini alimentari, specialmente dopo che la perdita di peso si è manifestata lentamente.

Con il metabolismo rallentato e la massa muscolare significativamente ridotta, il tuo corpo troverà difficile bruciare molte calorie anche quando ti alleni regolarmente.

E, con il corpo ancora in modalità di sopravvivenza, qualsiasi cibo che consumi dopo un periodo di inedia verrà immagazzinato invece di essere usato per fornire energia.

Quindi, tutto sommato, finirai per ingrassare più di quanto avessi prima, una volta che riprendi a mangiare normalmente.

Come puoi vedere, morire di fame è una pessima idea se vuoi perdere peso. Invece di aiutarti a far cadere più chili, affamare il corpo rende solo la perdita di peso molto più difficile che deve essere.

Quello che dovresti fare è in realtà mangiare più frequentemente sotto forma di 6 o più piccoli pasti sani distribuiti uniformemente durante il giorno.

Mangiare piccoli pasti sani spesso ti fa sentire pieno, il che a sua volta ti impedisce di mangiare troppo. Inoltre, piccoli pasti frequenti mantengono il metabolismo a livelli ottimali, consentendo così di bruciare più calorie durante il giorno, soprattutto se si prende il tempo di esercitare.